Pidocchi: come si fa a riconoscerli ed eliminarli? Dritte e rimedi

I pidocchi sono molto frequenti specialmente nei bambini, e sembra non si possano prevenire. Si diffondono in ambienti popolari come scuole e palestre. Leggi l’articolo per sapere come riconoscerli ed eliminarli.

Il pidocchio è un parassita obbligato e di solito non può sopravvivere se non sul capo di un essere umano: ha bisogno del sangue dell’uomo per nutrirsi mentre punge il cuoio capelluto.

Il prurito provocato dai pidocchi non è causato dalla sporcizia ma dalle punture dell’insetto. Esso infesta piuttosto le chiome pulite rispetto a quelle sporche, perché riesce ad attaccarsi meglio e a depositare le uova. Il suo ciclo vitale ha 3 fasi e dura un mese, a partire dall’uovo (lendine) che crea le ninfe, forme immature dell’adulto (scuro, lungo 2-4 mm); le uova si schiudono dopo 8-10 giorni.

I pidocchi non trasmettono malattie infettive, ma se numerosi possono provocare lesioni da grattamento con infezione e anche reazioni allergiche. Non sopravvivono più di 48 ore sugli oggetti e nell’ambiente. Le uova vengono deposte alla radice dei capelli (sulla nuca, dietro le orecchie e alla radice della frangia).

Possono essere facilmente scambiate per forfora, per cui prova a dare una scossetta: se ciò che vedi cade, falso allarme; se resta ancorato al fusto del capello, si tratta di uova. Il primo segnale di allarme è certamente il prurito. Controlla i capelli in un ambiente illuminato da luce naturale (di giorno, davanti a una finestra). Munisciti di foglio bianco sul quale pettinare i capelli con pettine finissimo per individuare eventuali uova o pidocchi.

Il trattamento del soggetto colpito deve essere effettuato in contemporanea con le persone a lui più vicine. Consigliabile un secondo trattamento a distanza di una settimana, in caso di sopravvivenza di qualche uovo.

Se le uova presenti sono poche, puoi usare un paio di forbici per tagliare la base della zona interessata, per terminare con un risciacquo con acqua e aceto. Ricorda di eliminare eventuali uova da indumenti e arredi a contatto con la testa nelle 48 ore precedenti la scoperta dell’infestazione. Lavare tutto a 60 °C per minimo 5 minuti.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *