Mononucleosi: cause, sintomi e cure riguardo la celebre ”malattia del bacio”

Con la popolare definizione di “malattia del bacio“, si intende una comune infezione virale il cui nome tecnico è mononucleosi. A provocarla è un virus della stessa famiglia degli Herpes virus, di cui fa parte sia il classico Herpes simplex che colpisce il labbro, sia l’Herpes Zoster che procura il doloroso “fuoco di Sant’antonio”. Continua a leggere per conoscere ulteriori dettagli.

Nel caso della mononucleosi, il bacillo colpevole si chiama Epstein-Barr virus (EBV), dal nome del primo medico che lo isolò. La malattia del bacio, come si può dedurre dalla definizione, è molto contagiosa, colpisce sia in età infantile che da adulti, in forme più o meno aggressive.

A volte, la mononucleosi è totalmente asintomatica, tanto che il malato (inconsapevole) diventa un tramite per la trasmissione del virus. Nella maggior parte dei casi, la malattia provoca sintomi fastidiosi perché l’infezione colpisce il cavo oro-faringeo con formazione di placche sulle tonsille e mal di gola.

Il virus di Epstein-Barr rimane in incubazione a lungo prima di attuare l’infezione (circa 6-8 settimane). In questa fase, spesso l’unico sintomo è un ingrossamento dei linfonodi del collo. Le età più colpite vanno dai 15 ai 35 anni, mentre è rara tra gli anziani.
I sintomi della mononucleosi in fase acuta sono febbre, malessere generale, placche sulle tonsille (di colore bianco-grigiastro e maleodoranti), mal di gola con faringite, ingrossamento della milza, aumento dei globuli bianchi e delle piastrine nel sangue, dolori muscolari, inappetenza.

Come si cura? Occorre stare a letto a riposo, assumere degli antipiretici per abbassare la febbre se sale oltre i 38° e calmare il mal di gola con rimedi naturali tra cui latte caldo con miele.

Non è prevista nessuna terapia antibiotica per questa infezione perché non è di origine batterica, ma il medico potrebbe prescrivere una cura antivirale contro l’HBV. Nei casi più gravi con complicanze (rare), è prevista anche una terapia a base di cortisone.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *