Le fibre rappresentano un aiuto contro la stitichezza?

La stipsi o stitichezza è un problema che prima o poi colpisce tutti e può avere origine da diverse cause. Gli alimenti ricchi di fibre vengono spesso consigliati in ogni dieta, ma si può dire che siano di aiuto nel combattere proprio la stitichezza? Scoprilo leggendo l’articolo!

Se si tratta di un problema di cui soffri spesso, vien da pensare che la causa sia il tuo regime alimentare. Puoi tranquillizzarti, perché a meno che non ti venga annunciata una patologia intestinale vera e propria, le cause solitamente sono sempre le stesse a cui però, a quanto pare, non si riserva la necessaria attenzione.

Saltare i pasti o farli in orari sballati tra loro, mangiare velocemente e in piedi, esagerare con gli zuccheri, bere poca acqua (al di sotto dei 2 litri standard giornalieri consigliati) e mangiare alimenti con poche fibre sono tutte cause molto comuni; se a questo aggiungi lo stress e la scarsa attività fisica, allora già cosa cambiare. 

Il primo passo da fare è sicuramente regolarizzare la propria alimentazione e l’attività fisica cambiando abitudini. Evitare di consumare caffè e bevande alcoliche perchè portano danni alla mucosa intestinale. La dieta deve essere sì, ricca di fibre, ma sempre bilanciata con una certa quantità d’acqua giornaliera.

Le fibre spesso sono più efficaci se alternate a integratori a base di estratti di tipo vegetale. Un uso troppo eccessivo delle fibre porta comunque effetti collaterali come ad esempio la flatulenza.

In caso di stipsi cronica, andrebbero assunte le fibre sotto forma di capsule, liquidi e polvere.

Le fibre si distinguono in solubili e insolubili. Le fibre solubili sono quelle presenti nei cereali, nella frutta e nella verdura, assorbono l’acqua diventando gelatinose e una volta a contatto con l’intestino, assorbono zuccheri e grassi. Combattono il sovrappeso e prevengono il diabete, abbassando il colesterolo.

Le fibre insolubili si trovano spesso nella crusca e anche nella buccia della frutta o in alcuni legumi. Assorbono più acqua e tendono a gonfiarsi maggiormente rispetto a quelle solubili, per cui l’assunzione leggermente maggiore potrebbe causare danni non indifferenti.

Le fibre, in conclusione, non rappresentano solo un valido aiuto (se non dovessero bastare quelle classiche, passare assolutamente a quelle commercializzate sotto altre forme, sempre meglio dei lassativi) ma aiutano anche a ridurre la fame cronica, dando un senso di maggiore sazietà.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *