Cos’è un fibroma

Il fibroma è un tumore benigno che prende origine dal tessuto connettivo fibrosa. I fibromi si possono riscontrare in qualsiasi parte del corpo umano, ovunque ci sia tessuto connettivo: nella cute, nell’utero, nello stomaco, nell’intestino, ecc…

Se ne distinguono due varietà: fibroma duro e fibroma molle. Tra questi tipi non esiste una distinzione netta, potendosi avere fibromi con caratteri di tutte e due le varietà. I fibromi duri, sono caratterizzati dalla presenza di cellule (dette fibrociti), da molte fibrille collagene, da poca sostanza fondamentale; quelli molli sono invece ricchi di sostanza fondamentale e povera di fibrociti.

Spesso il fibroma non è puro, cioè non è costituito soltanto di cellule, sostanza fondamentale e fibre collagene,in tal caso, in esso si possono trovare vasi sanguigni, vasi linfatici, nuclei calcificati o di tessuto osseo,fibre muscolare, zone di tessuto adiposo, ghiandole… Questi fibromi sono detti tumori misti.

I più importanti di tutti questi fibromi, puri e misti, sono i fibromiomi uterini. Rappresentano il tumore più frequente dell’utero,che si riscontra in circa due donne su dieci, generalmente di età superiore ai 30 anni. Essi non degenerano in tumori maligni, e sono spesso così piccoli che non causano sintomi: generalmente si riducono o scompaiono dopo la menopausa. Siccome un fibromioma può diventare più grande di un’arancia, può verificarsi il riempimento dell’utero, con conseguente emorragia.

Quindi, in una notevole percentuale dei casi, il fibroma non dà alcun sintomo o disturbo e viene scoperto casualmente durante le visite ginecologiche di routine. Altre volte dà notizie in sé o con emorragie uterine o con dolori o ancora, dando segni di compressione sugli organi limitrofi all’utero. Le emorragie sono dovute soprattutto a quei fibromi posti in vicinanza della mucosa che tappezza la cavità uterina, determinando flussi mestruali più abbondanti e più prolungati che di norma. Eccezionalmente, la perdita di sangue è di tale entità da costruire un serio pericolo; più frequentemente l’emorragia causa soltanto anemia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *