Emorroidi i rimedi davvero funzionanti

I rimedi per emorroidi si possono definire anche trattamenti, ovvero diverse modalità di curare questa patologia dell’ano che si diversifica nel casi per gravità, intensità dei sintomi e conseguenze. Come abbiamo spiegato più volte, le emorroidi sono vene rigonfie del retto anale e sono interne, quando colpiscono la parte interna del retto, ed esterne quando colpiscono la parte di congiunzione tra l’ano e il retto causando un rigonfiamento esterno. A tal proposito esistono dei rimedi provati che sembrano funzionare bene ecco una lettura di approfondimento.

Emorroidi rimedi

Le emorroidi interne non sono in generale dolorose, quanto le esterne le quali risentono della pressione al momento della defecazione o dei movimenti intestinali. Nei casi più gravi si verificano dei sanguinamenti e quando questi sono gravi i rimedi per questo problema vedono l’intervento di trattamenti medici complessi. Si parla di trombosi da emorroidi nel caso più grave di prolasso e putrefazione. Sicuramente i rimedi devono essere considerati in base alle cause che le hanno create.

Le emorroidi sono causate da: sedentarietà o posizione eretta prolungata, sforzo durante la defecazione, poco assorbimento di liquidi (acqua) e fibre, obesità, fumo ed eccessivo caffè, la gravidanza negli ultimi mesi a causa della pressione del feto, così come il parto.

I rimedi per le emorroidi partono da una modifica delle abitudine alimentari, è necessaria una dieta in caso di obesità e un’integrazione di fibre in diete carenti e fenomeni di stipsi. Per alleviare il dolore si tende a cercare di ammorbidire le feci e facilitare il sanguinamento per svuotare le vene rigonfiate.

Per alleviare il dolore, si consiglia una seduta di bagno con acqua calda per 10 – 15 minuti, l’effetto terapeutico produce il rilassamento dei fianchi e dei glutei durante l’immersione. Unguenti, creme e prodotti erboristici rientrano nella cura del trattamento delle emorroidi, uno dei problemi che richiede solo molta pazienza per la guarigione e attenzione successiva per evitare il ritorno. Parlando delle emorroidi esterne i rimedi invece sono più mirati perché devono rimediare ai sintomi più fastidiosi, il dolore provocato dalla pressione che si esercita sulle vene fuoriuscite.

Uno dei motivi principali per cui le persone soffrono di emorroidi esterne è la costipazione, per questo è importante seguire una dieta adeguata al funzionamento del nostro sistema digestivo e comprendere: frutta, verdura e alimenti fibrosi. Per il resto, si ricorre a creme e gel e farmaci in via orale o ad applicazione topica.

Si può usare la cosiddetta legatura elastica che applicata interrompe l’afflusso di sangue, le emorroidi si riducono e scompaiono dopo pochi giorni. Il laser infrarossi è il rimedio più usato, soprattutto in caso di cisti e trombosi. Praticamente viene bruciata la parte prolassata e il rigonfiamento in eccesso. In genere basta una sola seduta, oppure si interviene per togliere la parte più danneggiata  e aspettare il rientro delle altre parti rigonfie integrando altri trattamenti.

La chirurgia è il rimedio che si usa sono nei casi in cui il paziente lamenta dolore e forte sanguinamento che può provocare anemia e indebolimento fisico. L’intervento viene chiamato emorroidectomia ed è un’incisione che viene effettuata con anestesia generale o locale, in genere si effettua la generale per avere il completo rilassamento dei muscoli.

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *