Cos’è e quali sono i sintomi della fibromialgia

La parola fibromialgia vuol dire dolore (da algos) che proviene dai muscoli (da myo) e dai tessuti fibrosi (fibro), come i legamenti e i tendini. La fibromialgia è una malattia reumatica che colpisce l’apparato muscolo-scheletrico e si caratterizza per la presenza di dolore cronico e diffuso, aumento della tensione muscolare, rigidità in varie parti dell’apparato locomotore.

Molti pazienti presentano molti sintomi come astenia (affaticamento cronico e stanchezza), disturbi del sonno e dell’umore e sindrome del colon irritabile. Talvolta può influenzare anche l’apparato respiratorio, sia in maniera lieve (singhiozzo), sia in maniera più grave (sindromi varie).

La fibromialgia può essere anche definita sindrome fibromialgica perché alcuni segni clinici possono manifestarsi allo stesso tempo. L’insieme di disturbi può determinare la diagnosi più accreditata, sebbene non tutti avvertono tutti i sintomi della fibromialgia.

La fibromialgia è associata ad altri disturbi come quelli psichiatrici come depressione e ansia e disturbi correlati allo stress come quello post-traumatico da stress, appunto.

Le donne sono più soggette alla fibromialgia rispetto agli uomini. La fascia di età di estende dai 25 ai 55 anni. Inoltre la malattia può colpire 2 milioni di persone nel nostro Paese.

Non si conosce la causa precisa di origine della fibromialgia ma si pensa che siano coinvolti vari fattori: biochimici, ambientali, ormonali, psicologici, neurochimici, genetici ecc. La patogenesi di questa malattia è un argomento molto discusso. Non ci sono ancora dati definitivi ma molti studi vogliono approfondire l’interazione multifattoriale che è alla base della fibromialgia.

Gli studiosi pensano che la malattia amplifichi il dolore influenzando la maniera in cui il cervello elabora i segnali di dolore. I sintomi spesso cominciano dopo un trauma fisico, infezioni, stress psicologico e interventi chirurgici. In altri casi i segnali della fibromialgia si accumulano nel tempo senza un determinato evento di attivazione evidente.

Non c’è ancora una cura per la fibromialgia ma ci sono diverse opzioni terapeutiche che alleviano i dolori come farmaci antidepressivi e antidolorifici, esercizio fisico e tecniche di rilassamento.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *